Youtube

Insieme per i Diritti Umani

Si terrà a Padova il prossimo 4 e 5 dicembre, un importante momento di formazione e approfondimento, dal titolo “In spirito di fratellanza”. L’Incontro di formazione, informazione e ricerca è rivolto agli  insegnanti, giornalisti, amministratori locali e operatori sociali e chiunque abbia voglia di promuovere percorsi di formazione sul tema dell’educazione solidale e alla pace.

La Conferenza è insieme l’evento di inaugurazione dell’Anno dei diritti umani e un originale Corso di formazione. La scelta di unire formazione e informazione è basata sulla volontà di sviluppare la collaborazione tra le scuole, gli Enti Locali e le organizzazioni della società civile.

Alla Conferenzadi Padova parteciperanno oltre 350 partecipanti provenienti da 17 regioni: insegnanti (oltre 250), studenti, amministratori locali, esponenti di organizzazioni della società civile provenienti da tutt’Italia, rappresentanti del Sacro Convento di San Francesco d’Assisi e della Basilica di Sant’Antonio da Padova, dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, della Commissione Europeae del Ministero degli Esteri.

La Conferenza è intitolata “In spirito di fratellanza” per sottolineare il tema della “Responsabilità” a partire dall’importanza della seconda parte del primo articolo della Dichiarazione Universale “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti… e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.”

Questo importante incontro è organizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricercada: Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, Centro Diritti Umani “Antonio Papisca” dell’Università di Padova, Comune di Padova, Scuola di Alta Formazione EIS-LUMSA, Rete Nazionale delle Scuole per la Pace,Tavola della Pace, Cipsi, Banca Etica.

Il Programma

Il programma “Diritti e Responsabilità”consente di fare allo stesso tempo una serie di azioni diverse:

  • introdurre, sviluppare e integrare l’educazione ai diritti umani con l’educazione alla cittadinanza(locale, regionale, nazionale, europea, globale) e alla Costituzione, alla legalità, allo sviluppo sostenibile, alle pari opportunità, alla pace e alla fraternità;
  • realizzare nuovi percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro e di Service Learning;
  • suscitare l’interessee il protagonismo degli studenti sviluppando la loro capacità di prendere la parola, dibattere e comunicare;
  • affrontare temi di grande attualità (per una scuola connessa alla realtà e al presente);
  • sviluppare la capacità degli studenti di affrontare problemi difficili e complessi (per una scuola che è anche centro di ricerca e laboratorio culturale);
  • promuovere il diretto intervento della scuola (intellettuale sociale) nel territorio e sviluppare la collaborazione tra le scuole, gli Enti Locali e le organizzazioni della società civile;
  • educare all'uso critico dei media e dei new media sia come elementi chiave di ambienti di apprendimento che come strumenti di comunicazione;
  • accrescere la formazione del personale docente e contribuire al rinnovamento della didattica.

 

Sul piano dei contenuti, saranno proposte le sollecitazioni degli organismi internazionali che segnalano le grandi questioni di fronte alle quali si trova sfidata oggi l’educazione scolastica, in particolare: diritti umani, equità, diversità come valore, dialogo interculturale e interreligioso, solidarietà (questioni non ‘disciplinari’, ma che richiedono di essere affrontate in chiave multi e interdisciplinare).

Sul livello delle metodologie didattiche, si intendono promuovere strategie che promuovano la partecipazione attiva degli studenti, la dimensione collaborativa degli apprendimenti, l’impegno nei confronti di problemi reali presenti nel loro contesto sociale. In questo senso l’approccio pedagogico  del Service Learning offre incoraggianti indicazioni, in quanto proposta in grado di coniugare lo sviluppo delle competenze di cittadinanza e attività solidali da rivolgere alla propria comunità.

Vai al programma

Visualizza la locandina


 

►Service Learning: il sapere per il servizio, il servizio per il sapere
 
La rete di scuole "RETE SOS: Scuole Offerta Sostenibile" organizza il convegno "Service Learning: il sapere per il servizio, il servizio per il sapere" che si svolgerà dalle ore 8.30 alle ore 18.30 del giorno 1 dicembre 2017 a Treviglio(BG), in Piazza Garibaldi presso il Teatro nuovo - Auditorium.
Al convegno interverranno il professor Fiorin, Direttore della Scuola di Alta Formazione EIS della LUMSA, e il dott. Consegnati, collaboratore e formatore EIS.

Visualizza la locandina